Al via la “Sabatini lombarda”

Partirà a gennaio quella che è stata definita la “Sabatini Lombarda”, la misura promossa dall’assessore Parolini che prevede uno stanziamento regionale di 300 milioni di euro per agevolare investimenti strategici come l’acquisto di macchinari e immobili o interventi strutturali e di riconversione e rilancio delle aree produttive.

La misura si chiamerà “Al via”, e si articolerà in un mix tra finanziamento (assistito da garanzia regionale a costo zero fino al 70% dell’importo) e contributo a fondo perduto fino al 15%.

 

PMI regolarmente iscritte al Registro delle imprese con sede operativa in Regione Lombardia.

  • Linea di intervento di Sviluppo Aziendale: investimenti per piani di sviluppo aziendale.
  • Linea di intervento di Rilancio Aree Produttive: interventi finalizzati alla riqualificazione e/o riconversione di aree produttive, ivi compreso l’acquisto di immobili.

Per la linea di Sviluppo Aziendale sono ammissibili investimenti ad uso produttivo, di nuova fabbricazione, anche tramite leasing finanziario, da avviare successivamente alla richiesta di finanziamento e relativi a:

  • macchinari;
  • impianti specifici e attrezzature;
  • arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;
  • sistemi gestionali integrati;
  • acquisizione di marchi, brevetti e di licenze di produzione;
  • opere murarie;
  • opere di bonifica.

Per la linea di Rilancio Aree Produttive sono comprese anche le spese per l’acquisto di immobili.

La misura si articolerà in un mix tra finanziamento e contributo a fondo perduto, con le seguenti modalità (da confermarsi con l’uscita del decreto attuativo).

Finanziamento: importo compreso tra un minimo di € 50.000 e un massimo di € 2.850.000, con tasso di interesse pari alla media ponderata dei tassi applicati alle risorse finanziarie messe a disposizione da Finlombarda (BEI) e degli intermediari convenzionati.

Contributo a fondo perduto:

  • Linea Sviluppo Aziendale: 10%, 15% in caso di premialità (programmi di riconversione “area EXPO”, investimenti incentivanti in ottica INDUSTRIA 4.0, capacità aggregative, certificazione ambientale).
  • Linea Rilancio Aree Produttive: fino al 15% delle spese ammissibili (compresa area EXPO).

E’ inoltre prevista una garanzia regionale, a costo zero e a prima richiesta, che coprirà fino al 70% dell’importo del finanziamento. Il fondo di garanzia opererà con una leva del 25% sui finanziamenti garantiti.

In attesa del decreto attuativo, l’apertura dello strumento è prevista per gennaio 2017.

Per approfondimenti e chiarimenti in merito alla finanza agevolata, non esitate a contattarci tramite il form presente in questa pagina.

Articoli Correlati