Le Novità Fiscali di Maggio 2019

Di seguito tutte le novità fiscali del mese di maggio.

Fattura Elettronica e Prestazioni Sanitarie

 

Per le prestazioni sanitarie effettuate nei confronti di persone fisiche non deve essere emessa la fattura elettronica, a prescindere dal soggetto che le eroga (che sia persona fisica o società) e dall’invio o meno dei dati al STS (Sistema Tessera Sanitaria).

In caso di cessioni effettuate da uno studio odontoiatrico di prodotti estetici a favore di persone fisiche, va emessa la fattura elettronica, salvo che si tratti di prodotti soggetti ad invio al STS in quanto la relativa spesa è detraibile.

 

Cessioni Tax-Free e Fatturazione Elettronica

 

Per le cessioni di beni a turisti extra UE il cedente non può rifiutarsi, a richiesta del cliente, di emettere la fattura (elettronica).

L’acquirente, qualora disponga di una fattura con IVA (per la quale è previsto il rimborso a fronte dell’uscita dall’UE dei beni acquistati), non è obbligato a ricorrere ad una società di “tax refund” per “recuperare” l’imposta ma può richiedere direttamente al cedente il rimborso dell’IVA a fronte della consegna del visto doganale che attesta l’esportazione.

 

Comunicazione ENEA per Interventi di Recupero Patrimonio Edilizio

 

La mancata comunicazione all’ENEA degli interventi di recupero del patrimonio edilizio che comportano risparmio energetico non determina la perdita del diritto alla relativa detrazione e per tale inadempimento non è prevista alcuna sanzione.

 

Determinazione del Reddito da Allevamento

 

È stato pubblicato sulla G.U. 4.4.2019, n. 80 il Decreto che stabilisce, per il biennio 2018 – 2019, i parametri per la determinazione del reddito derivante dall’allevamento di animali (numero dei capi allevati, valore medio del reddito agrario riferibile a ciascun capo). Tutto nel limite di cui all’art. 32, comma 2, lett. b) e di quello eccedente di cui all’art. 56, comma 5, TUIR.

Cessione Credito Risparmio Energetico per Singole Unità Immobiliari

 

Il contribuente, ovvero il potenziale beneficiario della detrazione, che intende cedere il credito corrispondente alla detrazione relativa ad interventi di riqualificazione energetica di singole unità immobiliari deve comunicare la cessione all’Agenzia delle Entrate:

tramite l’apposita funzione disponibile nell’area riservata del sito Internet dell’Agenzia;

oppure

presentando lo specifico modello, in forma cartacea  / via PEC.

Articoli Correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.