Le Novità Fiscali di Settembre 2019

Regime forfetario e detrazione figli a carico

Il reddito forfetario, al lordo dei contributi previdenziali, rileva al fine della comparazione del reddito più elevato per stabilire quale genitore può fruire della detrazione per figli a carico per l’intero importo, come indicato dalla Risoluzione n.69/E dell’Agenzia delle Entrate.

 

Valori OMI

Ai fini dell’imposta di registro l’Ufficio non può rettificare il valore di compravendita di un immobile basandosi sui valori OMI qualora gli stessi risultino astratti rispetto alla peculiare situazione dello stesso. Il caso di specie riguardava la compravendita di alcuni immobili in corso di costruzione e, in particolare, gli “scheletri degli edifici”.

Tale struttura risultava “deteriorata dal tempo e dagli agenti atmosferici” e “necessitava di un profondo restauro per la realizzazione delle unità immobiliari”.

 

Detrazioni riduzione rischio sismico e riqualificazione energetica

Il beneficiario della detrazione per interventi di riqualificazione energetica, può optare, oltre che per la cessione dello stesso, anche per l’ottenimento di un contributo di pari importo, sotto forma di sconto anticipato dal fornitore. A tal fine è stato aggiornato il modello utilizzabile, denominato “Comunicazione dell’opzione relativa agli interventi di efficienza energetica e rischio sismico effettuati su singole unità immobiliari”. Per ulteriori approfondimenti consultare il Provvedimento dell’Agenzia delle Entrate 31.7.2019.

 

Vendita tramite piattaforma digitale

Con Provvedimento del 31.07.2019, l’Agenzia delle Entrate ha individuato i termini e le modalità di invio dei dati relativi alle vendite a distanza di beni importati nell’UE da parte dei soggetti passivi IVA che facilitano la vendita a distanza di beni importati tramite l’uso di un’interfaccia elettronica quale un mercato virtuale / piattaforma / portale o mezzi analoghi. La prima trasmissione dei dati va effettuata entro il 31.10.2019

 

Trasmissione telematica corrispettivi e resi merce

In caso di reso di un bene ad un commerciante che ha effettuato la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei corrispettivi restano applicabili anche al documento commerciale le procedure già previste per lo scontrino manuale. In particolare, la procedura di reso deve fornire gli elementi necessari per correlare la restituzione del bene ai documenti comprovanti l’acquisto originario. Per saperne di più consultare il Principio di diritto Agenzia Entrate 1.8.2019.

Articoli Correlati

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.